È questione di etica fare la diagnosi energetica

È questo il motto che l’attuale classe 5M ha fatto suo lo scorso anno scolastico durante una di quelle che sembrava la solita e monotona settimana di DAD. Ma quella dal 22 al 27 marzo non è stata così. Con tanta motivazione, i ragazzi hanno affrontato la “White Energy Week” con cui hanno conquistato il secondo premio di Storie d’Alternanza promosso dalla Camera di Commercio di Ferrara. Il progetto, nato con la collaborazione tra l’USR Emilia Romagna, l’azienda italiana del gruppo Italgas Seaside e l’ente per lo sviluppo sostenibile ENEA, ha avuto lo scopo di portare nelle scuole il “concept” di sviluppo sostenibile passando per la concretezza delle azioni che l’uomo può fare a tale fine.

Gli studenti dell’indirizzo Liceo Scientifico coordinati dalla prof.ssa Rita Bonetti hanno pertanto sottoposto l’intera sede del Liceo L. Ariosto ad una ricognizione di carattere strutturale e in particolare dei consumi energetici correlati, al fine di stilare un profilo energetico il più fedele possibile. Il tutto destinato all’elaborazione di un piano di investimenti tecnologicamente innovativi per un progresso tecnico-scientifico, per un’ottimizzazione dell’intero apparato logistico, implementato anche da una diversificazione dell’approvvigionamento energetico. Perché fare efficienza energetica significa utilizzare razionalmente le risorse economiche ed energetiche disponibili, riducendo al massimo gli sprechi, ma abbandonando il meno possibile lo stato di comfort raggiunto. Pertanto l’attività ha previsto una prima fase da novembre 2020 di raccolta ed elaborazione dati, i quali, supportati nella settimana di stage da una formazione del tutor esterno sull’efficienza energetica, sono stati rielaborati e analizzati mediante gli strumenti informatici, per aprire una porta alla progettazione di un studio d’interventi migliorativi in termini di eco sostenibilità. Questo lungo percorso ha permesso l’acquisizione, oltre che di nuove conoscenze, utili se provviste di una solida preparazione scientifica, anche delle competenze PCTO, sia in termini operativi e che relazionali.

La premiazione ufficiale tenutasi mercoledì 24 novembre ha riconosciuto con una menzione speciale anche altri due progetti: Welcome dogs: sogna il meglio, crea l’impossibile, vivi l’esperienza e Reclusi/Inclusi: costruiamo un ponte perché ne vale la “pena”! delle attuali classe 4R e 5R. Si tratta di altre attività in cui gli studenti del Liceo Economico Sociale hanno messo in campo la loro sensibilità per pensare e proporre iniziative di impatto civile.